Yahoo Italia Ricerca nel Web

  1. Circa 6.040.000 risultati di ricerca

  1. The Latin Wikipedia (Latin: Vicipaedia Latina) is the Latin language edition of Wikipedia, created in May 2002. As of January 2023, it has about 137,000 articles. While all primary content is in Latin, modern languages such as English, Italian, French, German or Spanish are often used in discussions, since many users find this easier.

  2. en.wikipedia.org › wiki › LatinLatin - Wikipedia

    Latin participles, like English participles, are formed from a verb. There are a few main types of participles: Present Active Participles, Perfect Passive Participles, Future Active Participles, and Future Passive Participles. Prepositions. Latin sometimes uses prepositions, depending on the type of prepositional phrase being used.

    • Storia
    • Sistema Di Scrittura
    • I Tempi Verbali
    • Diffusione E Utilizzo
    • Bibliografia
    • Voci Correlate
    • Altri Progetti
    • Collegamenti Esterni

    Origini ed età arcaica

    La prima forma del latino, detta latino arcaico, è attestata dal primo millennio fino al III secolo a.C.. Di questa forma rimangono tuttavia solo tracce in alcune citazioni degli autori e soprattutto in iscrizioni, che insieme alla comparazione con altre lingue affini, consentono una ricostruzione di esso assai parziale. Secondo Sesto Pompeo Festo, lessicografo e grammatico romano del II sec. d.C., il latino, nel senso di ‘lingua laziale’ primigenia, era un idioma ai suoi tempi ormai quasi de...

    Latino classico

    Fu nel I secolo a.C., con l'estensione della cittadinanza romana agli Italici e i cambiamenti sociali che ne derivarono, che a Roma sorse la preoccupazione per la purezza della lingua. Anche sotto la spinta della speculazione linguistica greca, si avviò un processo di regolarizzazione della lingua. In questi tempi fiorirono letterati come Cicerone, che fu oratore e filosofo, oltre che politico (fu console nel 63 a.C., l'anno della congiura di Catilina); o come Catullo e i poetae novi, che riv...

    Il latino imperiale e tardo

    Il latino divenne importante come lingua ufficiale dell'Impero romano, usato come lingua franca in particolare nella sua parte occidentale. In quella orientale, tale idioma realizzò notevoli mutamenti fra il I e il IV secolo nella penisola balcanica (in Dacia, ricostituitasi come provincia nella seconda metà del III secolo a sud del Danubio, in Mesia, e persino in Macedonia settentrionale, dove nasceranno nel V secolo due imperatori bizantini di madrelingua latina) e in alcune zone d'Asia (fr...

    I grafi dell'alfabeto latino sono derivati da un alfabeto greco occidentale (quello di Cuma), che a sua volta derivava da quello fenicio; da alcune caratteristiche dell'alfabeto latino sembrerebbe trasparire peraltro un'intermediazione da parte dell'alfabeto etrusco (ad esempio, l'originaria mancanza in latino di una distinzione grafica tra occlusi...

    Nella lingua latina esistono due categorie di tempi verbali, ovvero i tempi principali e i tempi storici. 1. tempi principali sono i tempi del presente e del futuro (il presente, il perfetto logico con valore di presente, il futuro semplice e quello anteriore); 2. tempi storici invece sono i tempi del passato (l'imperfetto, il perfetto storico e il...

    Il latino acquistò grande importanza con l'espansione dello Stato romano e in quanto lingua ufficiale dell'Impero si radicò in gran parte dell'Europa e dell'Africa settentrionale. Tutte le lingue romanze discendono dal latino volgare, ma parole di origine latina si trovano spesso anche in molte lingue moderne di altri ceppi: questo perché anche dop...

    Corsi di lingua e manualistica

    1. Francesco Della Corte, Avviamento allo studio delle lettere latine, Genova, 1972 [1952]. 2. Lao Paoletti, Corso di lingua latina. I. Fonetica, Morfologia, Sintassi, Paravia, Torino, 1974, 16ª rist. 1987 pp. 604. ISBN 8839503870 3. Nicola Flocchini, Piera Guidotti Bacci, Marco Moscio , Nuovo Comprendere e tradurre, Milano, Bompiani, 2001 4. Pierre Monteil, Éléments de phonétique et de morphologie du latin, Nathan, 1970. 5. Alfonso Traina, Luciano Pasqualini, Morfologia latina, Cappelli, Bol...

    Linguistica

    1. Alfonso Traina e Giorgio Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, a cura di Claudio Marangoni, 6ª ed., Bologna, Pàtron, 1998. 2. Alfonso Traina, L'alfabeto e la pronunzia del latino, 5ª ed., Bologna, Pàtron, 2002 [1957], ISBN 88-555-2637-5. 3. Moreno Morani, Introduzione alla linguistica latina, Lincom Europa, 2000

    Didattica

    1. Germano Proverbio, Lingue classiche alla prova: note storiche e teoriche per una didattica, Bologna, Pitagora, 1981 2. Germano Proverbio, La didattica del latino: prospettive, modelli ed indicazioni metodologiche per lo studio e l'insegnamento della lingua e della cultura latina, Foggia, Atlantica, 1987 3. Italo Lana (a cura di), Il latino nella scuola secondaria, La Scuola, Brescia, 1990 4. Maria-Pace Pieri, La didattica del latino, Roma, Carocci, 2005

    Wikipedia dispone di un'edizione in lingua latina(la.wikipedia.org)
    Wikisource contiene l'opera Pensieri di uomini classici sulla lingua latina
    Wikiquote contiene citazioni sulla lingua latina
    Wikibooks contiene testi o manuali sulla lingua latina
    (IT, DE, FR) Lingua latina, su hls-dhs-dss.ch, Dizionario storico della Svizzera.
    (EN) Lingua latina, su Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc.
    (EN) Lingua latina, su Ethnologue: Languages of the World, Ethnologue.
    (LA) Mediaclassica, il portale di risorse gratuite per il greco e il latino di Loescher
  3. la.wikipedia.org › wiki › Vicipaedia:Pagina_primaVicipaedia

    Vicipaedia est libera encyclopaedia, ad quam augendam omnes invitantur.. Lunae die 23 mensis Ianuarii 2023. 137 425 paginarum Latine scriptarum.

  4. it.wikipedia.org › wiki › LatiniLatini - Wikipedia

    • Etnonimo
    • Storia
    • Società
    • Religione
    • Diritto
    • Economia
    • Lingua
    • Cultura
    • Bibliografia
    • Voci Correlate

    Secondo un'interpretazione, l'etnonimo deriverebbe dal latino Latus, ovvero esteso, in riferimento al territorio pianeggiante abitato, messo a confronto con l'andamento prevalentemente collinare e montuoso dell'Italia centrale; se l'interpretazione fosse corretta, ne consegue che i Latini fossero gli Abitanti della pianura, distinti dagli abitanti ...

    Dal XII all'VIII secolo a.C.

    È ormai generalmente accertato che una popolazione, diversa da quella precedentemente residente, sia arrivata nel Latiumin epoca protostorica. Tale popolo, sulla base di considerazioni di tipo linguistico e di una serie di rinvenimenti archeologici, viene identificato coi Latini. Tra i reperti archeologici più antichi, risalenti a un periodo che va dall'XI al IX secolo a.C., quelli di Gabi e della vicina necropoli dell'Osa, di Lavinium e di Ficana. Ne fa fede l'improvvisa comparsa di sepolcri...

    Dal VII al VI secolo a.C.

    Negli ultimi decenni del VII secolo a.C. ed ancor più nel corso del VI secolo a.C., si era andato affermando in tutto il territorio latino, in quasi tutta la Campania, ed in parte della pianura padana, la supremazia etrusca che si protrasse fino alla fine del VI secolo a.C. e che a Roma corrispose, secondo la tradizione, agli ultimi tre re appartenenti alla dinastia dei Tarquini (Tarquinio Prisco, Servio Tullio e Tarquinio il Superbo). Sappiamo, inoltre, che Servio Tullio fece costruire un te...

    V secolo a.C.

    Agli albori dell'età repubblicana iniziò anche quel grande movimento colonizzatoredel popolo romano-latino, che, spesso sotto altre forme, ma con finalità non troppo dissimili, accompagnò l'espansione di Roma fino a tarda età imperiale. La spinta iniziale fu dovuta con ogni probabilità al sostenuto tasso d'accrescimento della popolazione del Latium Vetus in epoca etrusca, che comportò un forte surplus demografico non assorbibile in ambito regionale. I primi centri in cui vennero dedotte colon...

    Data l'esiguità della propria base territoriale (non superiore ai 2.000 km²), la popolazione latina non poteva, in epoca preromana, superare le 60.000 o 70.000 unità. Tale popolazione si articolava originariamente, come si è già accennato, in populi, comunità per lo più di modeste dimensioni che nell'età di Tarquinio il Superbo raggiunsero il numer...

    Le credenze religiose del Latium arcaico erano prevalentemente legate alla natura animata (animali e piante) ed inanimata (il fuoco, l'acqua, il vento ecc.) o alle forze soprannaturali che presiedevano l'esistenza umana (la saggezza, la morte, il concepimento e la nascita ecc.). Fra gli animali erano sacri il piculus (picchio), capace di predire il...

    I Latini si caratterizzarono sempre per un'accentuata e rigida concezione legalitaria che si rifletteva in ogni ambito della vita pubblica e privata. In epoca arcaica le liti e le controversie venivano risolte tramite un'azione individuale che però doveva conformarsi a determinate consuetudini e godere del necessario consenso sociale. Con lo svilup...

    In epoca protostorica domina in tutto il Latium Vetus un'economia di tipo primario piuttosto diversificata: agricoltura (farro, orzo, miglio e fave in particolare ma anche cipolle e finocchi), ed allevamento (bovini e suini), in pianura, pastorizia transumante preferentemente, ma non solo, sui rilievi. Le colture della vite e dell'olivo furono intr...

    Lingua dei Latini, della città di Roma e del suo Impero, fu il latino, idioma di origine indoeuropea forse distaccatosi da un precedente ceppo italo-celtico, e conosciuto nella prima fase del suo sviluppo come proto-latino.Il latino delle origini costituiva, insieme al falisco e ad altre lingue affini, una lingua a sé stante rispetto agli altri idi...

    Le origini della civiltà latina

    In epoca arcaica (XII secolo a.C.-VIII secolo a.C.) l'etnia latina presentava un livello di sviluppo sociale e civile paragonabile a quello di altre popolazioni appenniniche da cui ben poco si differenziava, almeno a giudicare dalla scarsa documentazione in nostro possesso. Tipica del mondo latino del tempo era la forma di insediamento che si articolava in villaggi di piccole dimensioni (generalmente al di sotto dei 20 ettari), e contraddistinti da un tipo di economia stanziale di carattere a...

    Latini, Greci e Punici

    La costituzione delle prime colonie greche in Campania attorno alla metà dell'VIII secolo ebbe una grande importanza storica non solo per la nazione latina, ma anche per molti altri popoli stanziati nell'Italia peninsulare, che ricevettero dai contatti con la civiltà ellenica un forte impulso al proprio sviluppo. Sono degli ultimi decenni di questo secolo i primi oggetti di lusso di produzione greca ritrovati a Roma ed in altre città latine che stimolarono oltretutto una produzione locale ris...

    Latini ed Etruschi

    In un momento storico non facilmente determinabile ma che dovette prodursi negli ultimi due o tre decenni del VII secolo a.C. Roma e tutto il Latium Vetus iniziarono a ruotare nell'orbita etrusca. L'evoluto popolo degli Etruschi, all'apogeo della propria potenza, dischiuse ai Latini le porte di una civiltà nuova e raffinata. Grande è il debito che essi contrassero nei confronti di questo importante gruppo etnico, debito spesso misconosciuto dagli stessi storici latini. Gli Etruschi introdusse...

    Fonti primarie

    1. Tito Livio, Ab Urbe Condita, libri I-V 2. Eutropio, Breviarium ab Urbe condita 3. Dionigi di Alicarnasso, Antichità romane 4. Strabone, Geografia 5. Plinio, Naturalis Historia

    Fonti secondarie

    1. Theodor Mommsen, Storia di Roma, Volume I 2. Ranuccio Bianchi Bandinelli, Etruschi ed Italici, Corriere della Sera e Rizzoli libri illustrati Milano (?) 2005 3. Ranuccio Bianchi Bandinelli, Roma, l'arte al centro del potere, Corriere della Sera e Rizzoli libri illustrati Milano (?) 2005 4. Raymond Bloch, Origins of Rome, London 1960 Trad. Le Origini di Roma, Milano 1961 5. Roberto Bosi, L'Italia prima dei Romani, Milano 1989 6. Gianna Buti e Giacomo Devoto, Preistoria e storia delle region...

  5. Latin is an Italic language that was used in Ancient Rome. Short Latin texts have been found from about the 5th century BC and longer texts from about the 3rd century BC. Classical Latin was used in the 1st century BC and was the official language of the Roman Empire .

  6. Wikipedia in latino è l'edizione dell'enciclopedia Wikipedia in lingua latina. Le pagine sono solo in latino, ma le discussioni si possono trovare anche in altre lingue. Da notare che il nome dell'enciclopedia è scritto "Vicipædia", ma non vengono utilizzati i segni "Æ" ed "Œ". Originariamente riguardava soltanto argomenti storici, ma dal 2006 ha iniziato a parlare di argomenti attuali come la tecnologia o la cultura popolare. Secondo una direttiva del sottocomitato sulle ...