Yahoo Italia Ricerca nel Web

  1. Circa 619.000 risultati di ricerca

  1. L'invasione italiana dell'Albania fu una breve campagna militare dell'Italia fascista contro il Regno d'Albania. Il conflitto fu il risultato delle politiche espansioniste di Benito Mussolini. L'Albania venne rapidamente invasa, il suo sovrano, re Zog I costretto all'esilio nella vicina Grecia ed il paese annesso all'Impero Italiano come protettorato in unione personale con la corona italiana.

    • Protettorato

      Il Protettorato italiano del Regno d'Albania fu uno Stato...

  2. Protettorato italiano dell'Albania (1918-1920) Occupazione italiana dell'Albania (1939-1943) Pagine di disambiguazione. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 17 lug 2021 alle 20:02. Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo; possono applicarsi condizioni ulteriori.

  3. Pagine nella categoria "Occupazione italiana dell'Albania (1939-1943)" Questa categoria contiene le 7 pagine indicate di seguito, su un totale di 7. Protettorato Italiano del Regno d'Albania (1939-1943) C Cacciatori d'Albania Coloni italiani in Albania G Guardia reale albanese I Invasione italiana dell'Albania M Milizia fascista albanese R

    • La Campagna Della Grande Guerra
    • I Presupposti dell'occupazione Nel Patto Di Londra
    • IL Corpo Di Spedizione Italiano
    • L'instaurazione Del Protettorato
    • l'accordo Tittoni-Venizelos
    • IL Ritiro E IL Trattato Di Tirana E La Rivolta Dei Bersaglieri
    • Bibliografia
    • Voci Correlate
    • Collegamenti Esterni

    La nascita di uno Stato indipendente albanese fu sostenuta dalla grandi potenze europee, in particolare da Austria-Ungheria e Italia. Entrambi questi stati cercavano di controllare l'Albania che, nelle parole del ministro degli Esteri italiano, Tommaso Tittoni, avrebbe dato una "supremazia incontestabile nell'Adriatico".La situazione di instabilità...

    Pur essendo l'Albania uno Stato indipendente e sovrano, costituito nel 1912 su parte dei territori persi dall'Impero ottomano nelle guerre balcaniche, l'Italia, tra le condizioni per entrare a loro fianco nella prima guerra mondiale, concordò con le potenze della Triplice intesa alcune clausole del Patto di Londra(26 aprile 1915) concernenti il fut...

    La presenza italiana in Albania si stabilizzò con lo sbarco nel dicembre del 1915 di un intero corpo di spedizione comandato dal generale Emilio Bertotti onde prevenire un'eventuale occupazione austriaca, che poco dopo avrebbe violato la neutralità del vicino Regno di Montenegro. Una brigata, con circa 9.000 uomini, al comando del generale Giacinto...

    Il 3 giugno 1917, in occasione dell'anniversario dello Statuto albertino, fu pubblicato ad Argirocastro un proclama del generale Ferrero, autorizzato dal ministro degli Esteri Sidney Sonnino, con cui si assicurava l'indipendenza albanese sotto protettorato italiano. "A tutte le popolazioni albanesi. Oggi, 3 giugno 1917, fausta ricorrenza delle libe...

    A guerra terminata, le clausole del Patto di Londra si rivelarono in controtendenza con i princìpi della Conferenza per la pace. A Parigi, infatti, le potenze vincitrici accolsero i principi di nazionalità e di autodeterminazione dei popoli, quest'ultimo propugnato dal presidente statunitense Wilson, che non aveva sottoscritto il patto di Londra. Q...

    Il mese successivo, i Greci però resero pubblico l'accordo. Le conseguenze furono disastrose per l'Italia, che fu costretta a fronteggiare una rivolta anti-italiana a Valona, mentre il governo filo-italiano nell'Albania del Sud, con sede a Durazzo, veniva rovesciato; nel frattempo, a Tirana si installava un governo ostile all'Italia. L'espansione d...

    Massimo Borgogni, Tra continuità e incertezza. Italia e Albania (1914-1939). La strategia politico-militare dell'Italia in Albania fino all'Operazione "Oltre Mare Tirana", Milano, Franco Angeli, 2007.
    Eugenio Bucciol, Albania fronte dimenticato della Grande Guerra, Portogruaro, Nuova Dimensione Edizioni, 2001, ISBN 8-88531-861-4.
  4. Dopo l'occupazione dell'Albania nella primavera del 1939, Mussolini inviò circa 11.000 coloni italiani in Albania (ed iniziò a creare l'irredentismo italiano in Albania, rifacendosi principalmente all'Albania veneta). La maggioranza di loro venivano dal Veneto e dalla Sicilia.

  5. 1.2 L'occupazione militare italiana; 1.3 Le annessioni durante la guerra; 1.4 La resistenza albanese all'occupazione italiana; 1.5 Il ritiro degli italiani e la guerra civile; 1.6 Le clausole del Trattato di Pace del 1947 e il rimpatrio degli italiani dopo 40 anni; 2 Governi; 3 Divisione amministrativa; 4 Luogotenenti Generali del Regno; 5 Forze armate; 6 Note; 7 Bibliografia