Yahoo Italia Ricerca nel Web

  1. Circa 2.790.000 risultati di ricerca

  1. Vittorio Emanuele III di Savoia (Vittorio Emanuele Ferdinando Maria Gennaro di Savoia; Napoli, 11 novembre 1869 – Alessandria d'Egitto, 28 dicembre 1947) è stato Re d'Italia (dal 1900 al 1946), Imperatore d'Etiopia (dal 1936 al 1943), Primo Maresciallo dell'Impero (dal 4 aprile 1938) e Re d'Albania (dal 1939 al 1943).

    • Elena del Montenegro

      Elena del Montenegro, nata Jelena Petrović-Njegoš (Јелена...

    • Giovanna

      Biografia Infanzia e giovinezza La principessa Giovanna di...

    • Margherita di Savoia

      Margherita di Savoia (nome completo Margherita Maria Teresa...

  2. Diversa posizione è sostenuta dall'avvocato Franco Malnati (membro della Consulta dei Senatori del Regno sospesa da Vittorio Emanuele), basandosi sulla sentenza della commissione elettorale che, nel 1983, riconosceva il pieno godimento del diritto di voto ad Amedeo d'Aosta perché «non parente stretto» dei Savoia: sulla scorta di tale documento Franco Malnati conclude che Amedeo di Savoia non può rivendicare alcun diritto su Vittorio Emanuele, essendone solo al settimo grado ...

    • Vittorio Emanuele Alberto Carlo Teodoro Umberto Bonifacio Amedeo Damiano Bernardino Gennaro Maria
    • dal 18 marzo 1983
    • Antefatto
    • I Compiti Della Corona E Del Governo Nel Settembre Del 1943
    • La Fuga Verso Brindisi
    • Dopo La Fuga
    • Le Due Italie
    • Conseguenze
    • Controversie Sulla Valutazione dell'operato Del Re
    • Nella Cultura Di Massa
    • Bibliografia
    • Voci Correlate

    L'offensiva lanciata dagli Alleati nell'estate del 1943 contro il territorio italiano, quello che Winston Churchill aveva definito "il ventre molle d'Europa", non tardò ad aver successo, rendendo chiara l'inevitabilità della sconfitta e causando la caduta del regime fascista, insediato al potere da 21 anni a seguito della Marcia su Romanon contrast...

    In questa situazione di emergenza, i compiti di assoluta necessità cui dovevano adempiere il governo e la monarchia erano molteplici. Tra l'altro si ricordano i seguenti: 1. Il Re aveva sin dalla tarda serata del 25 luglio 1943 annunciato al popolo italiano in un radiomessaggio di aver ripreso nelle proprie mani il comando delle Forze Armate. Sovra...

    La sera dell'8 settembre 1943, in coincidenza con l'annuncio dell'armistizio siglato cinque giorni prima, vari comandi e presidi italiani in Patria e all'estero venivano attaccati o sopraffatti dai tedeschi, sicché il Re e il governo Badoglio temevano un colpo di mano nazista per impadronirsi della capitale (intervento che poi puntualmente avvenne ...

    Dopo essersi sistemato a Brindisi, il gruppo riprese le trattative con gli alleati. Questi ultimi considerarono come confermata la loro immagine dell'Italia: quella di un interlocutore volubile e inaffidabile: inviati da Eisenhower per le trattative, il generale Mason MacFarlane e i suoi consiglieri arrivarono in Puglia sorpresi dal fatto di trovar...

    Il nord Italia, organizzato come Stato fantocciofu soggetto ad un governo di fatto con dirigenza politica fascista e organizzato sulla struttura burocratica dello Stato italiano preesistente, anche se sottoposto ad un rigido e pervasivo controllo germanico, i cui diversi emissari (militari, politici, economici, diplomatici, polizieschi) sovrapponev...

    La scelta di abbandonare Roma, condannata dalla maggioranza degli studiosi, ebbe enormi conseguenze negative nel breve e nel medio periodo: 1. L'occupazione da parte dei tedeschi fu facilitata. L'esercito regio, al momento dell'annuncio dell'armistizio aveva dislocati sul suolo italiano oltre un milione di uomini in armi cui si trovavano contrappos...

    La complessità degli avvenimenti susseguitisi alle dimissioni di Mussolini fino allo stabilimento della sede del governo a Brindisi è stata fonte di interpretazioni discordanti sulle effettive intenzioni e azione del Re e dei suoi ministri. La tesi della fuga del Re, sopra riportata, resta prevalente, ma una ricca storiografia respinge, in tutto o ...

    L'episodio della fuga di Vittorio Emanuele III è la cornice storica in cui si svolgono gli eventi del film del 1995 Io e il re di Lucio Gaudino.

    Emilio Gentile, Fascismo. Storia e interpretazione
    Giuseppe Castellano, Come firmai l'armistizio di Cassibile, Milano, Mondadori, 1945
    Albert Kesselring, Memorie di guerra, Milano, Garzanti, 1954
    Denis Mack Smith, Il Regno del Sud: resoconto di una conferenza, Brindisi, 14 ottobre 1993 Il testo
  3. Vittorio Emanuele III di Savoia – terzo re d'Italia; Vittorio Emanuele di Savoia-Aosta – conte di Torino, nobile di Casa Savoia; Vittorio Emanuele di Savoia (1937) – figlio dell'ultimo re d'Italia Umberto II; Altro. Vittorio Emanuele – stazione della Metropolitana di Catania; Classe Vittorio Emanuele – nome con cui è anche nota la classe di navi da battaglia pre-dreadnought Regina Elena

    • Biografia
    • La Successione Giacobita
    • La Creazione Del Corpo Dei Carabinieri Reali
    • L'ordine Militare Di Savoia
    • Discendenza
    • Bibliografia
    • Altri Progetti
    • Collegamenti Esterni

    Infanzia

    Vittorio Emanuele era il secondo figlio maschio di Vittorio Amedeo III e di Maria Antonietta di Spagna, figlia di re Filippo V di Spagna (nipote di Luigi XIV) e di Elisabetta Farnese. Dal battesimo, suo padre gli concesse il titolo di duca d'Aosta. Nei suoi anni di studio giovanili ebbe tra i propri precettori il cav. Papacino d'Antoni e il barnabita Giacinto Sigismondo Gerdil, poi cardinale. A differenza degli altri suoi fratelli il giovane Vittorio Emanuele sembrava molto meno dotato per lo...

    Matrimonio

    Il 21 aprile 1789 l'allora duca Vittorio Emanuele sposò nel duomo di Novara l'arciduchessa Maria Teresa d'Asburgo-Este (1773-1832), figlia di Ferdinando d'Asburgo-Este, duca di Bresgovia, dalla quale ebbe cinque figli, di cui però solo le quattro femmine sopravvissero fino all'età adulta.

    Difficile regno

    Dopo l'abdicazione di Carlo Emanuele IV, a Napoli, nel 1802, gli succedette come re di Sardegna. La situazione si presentava disperata con il regno troncato dall'invasione francese, le casse dello stato praticamente svuotate, le altissime pretese in denaro del fratello Carlo Emanuele che, pur da re rinunciatario, voleva garantirsi una lauta pensione e la fuga di molti parenti, come lo zio di Vittorio Emanuele, Benedetto di Savoia, duca di Chiablese, che vedendo ormai la situazione disperata i...

    Dopo la morte del fratello Carlo Emanuele nel 1819, gli venne riconosciuto nominalmente il titolo di pretendente giacobita al trono britannico (con l'eventuale nome di Vittorio I). Vittorio Emanuele, come già suo fratello, non avanzò alcuna pretesa pubblica o privata in merito. Fu l'ultimo duca di Savoia a cui venne riconosciuto questo titolo nomin...

    Dopo la restaurazione del 1814, tornato in Piemonte, Vittorio Emanuele I si preoccupò di ripristinare tutte le istituzioni monarchiche al periodo pre-rivoluzionario, compresa la casa militare, che era al servizio del sovrano, con i medesimi reparti. Con RR.PP. del 13 luglio 1814, però, ritenne opportuno istituire un nuovo corpo militare, quello dei...

    Il 14 agosto 1815 Vittorio Emanuele creò l'Ordine militare di Savoia, un ordine cavalleresco del regno di Sardegna e poi del regno d'Italia, istituito per sostituire le decorazioni napoleoniche. L'ordine fu poi riformato da Vittorio Emanuele IInel 1855.

    Vittorio Emanuele e Maria Teresa d'Asburgo-Esteebbero cinque figli: 1. Maria Beatrice, che sposò Francesco IV, arciduca d'Austria e duca di Modena; 2. Carlo Emanuele (1796–1799), che morì di vaiolo; 3. Maria Teresa, che sposò Carlo II di Parma; 4. Maria Anna, che sposò Ferdinando I d'Austria; 5. Maria Cristina, che sposò Ferdinando II delle Due Sic...

    F. Regis, Per le auguste nozze delle altezze reali Vittorio Emanuele duca d'Aosta e Maria Teresa arciduchessa d'Austria, Torino 1789
    C. M. Arnaud, In morte di sua sacra reale maestà Vittorio Emanuele I, Torino 1824
    M. Degli Alberti, Lettere inedite di Carlo Emanuele IV, Vittorio Emanuele I, Torino 1909
    A. Segre, Vittorio Emanuele I, Collana storica sabauda, Torino 1928
    Wikisource contiene una pagina dedicata a Vittorio Emanuele I di Savoia
    Wikiquote contiene citazioni di o su Vittorio Emanuele I di Savoia
    Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Vittorio Emanuele I di Savoia
    Vittòrio Emanuèle I re di Sardegna, su Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
    Francesco Lemmi, VITTORIO EMANUELE I re di Sardegna, in Enciclopedia Italiana, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1937.
    Vittorio Emanuele I, in Dizionario di storia, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2010.
    Vittòrio Emanuèle I, su sapere.it, De Agostini.
  4. Vittorio Amedeo III di Savoia (Torino, 26 giugno 1726 – Moncalieri, 16 ottobre 1796) fu re di Sardegna, duca di Savoia, principe di Piemonte e conte d'Aosta dal 1773 al 1796. Figlio di Carlo Emanuele III e di Polissena d'Assia-Rheinfels-Rotenburg , sposò nel 1750 Maria Antonietta di Spagna (1729-1785), figlia più giovane di Filippo V di Spagna e Elisabetta Farnese .