Yahoo Italia Ricerca nel Web

  1. Circa 6.380.000 risultati di ricerca

  1. it.wikipedia.org › wiki › 18561856 - Wikipedia

    Il 1856 (MDCCCLVI in numeri romani) è un anno bisestile del XIX secolo . Indice 1 Eventi 2 Nati 3 Morti 4 Calendario 5 Altri progetti Eventi [ modifica | modifica wikitesto] 29 gennaio: la regina Vittoria istituisce la Victoria Cross. 4 febbraio: Scoperta dell' Uomo di Neanderthal 5 marzo: un incendio distrugge il Covent Garden Theatre.

    • 2609 (MMDCIX)
    • 1262 — 1263
    • 1304 — 1305
    • 1856
  2. en.wikipedia.org › wiki › 18561856 - Wikipedia

    1856 ( MDCCCLVI) was a leap year starting on Tuesday of the Gregorian calendar and a leap year starting on Sunday of the Julian calendar, the 1856th year of the Common Era (CE) and Anno Domini (AD) designations, the 856th year of the 2nd millennium, the 56th year of the 19th century, and the 7th year of the 1850s decade.

  3. Il trattato di Parigi fu un accordo di pace firmato il 30 marzo 1856 nella capitale francese dalle nazioni che parteciparono alla guerra di Crimea. Tale conflitto aveva visto una vittoria militare di Francia, Regno Unito, Impero ottomano e Regno di Sardegna ai danni della Russia e un momentaneo successo politico, conseguito senza il ricorso alle armi, dell'Impero austriaco. Il trattato di Parigi fu il testo conclusivo delle decisioni prese dal Congresso di Parigi e dispose l ...

    • IL Contesto E Gli Antefatti
    • La Guerra Sul Danubio E Nel Mar Nero
    • IL Fronte Russo-Turco Del Caucaso
    • La Guerra Nel Mar Baltico
    • La Prima Fase Delle Operazioni in Crimea
    • IL Ruolo dell'Austria E I “Quattro punti”
    • L'intervento Del Regno Di Sardegna Al Fianco degli Alleati
    • L'assedio Di Sebastopoli E La Diplomazia
    • La Fine Della Guerra in Anatolia Orientale
    • La Ripresa Delle Operazioni Navali

    Dopo il periodo di gravi disordini e rivoluzioni del 1848-1849, seguì il tempo della pace europea. Il suo simbolo fu la Grande esposizione di Londra del 1851. L'Austria e la Prussia erano in discreti rapporti e collaboravano al mantenimento della Confederazione germanica, mentre, nello stesso 1851 in Francia Luigi Napoleone annullava la costituzion...

    Dopo la dichiarazione di guerra della Turchia alla Russia, l'esercito ottomano (uno dei più antiquati d'Europa) occupò Calafat, sul Danubio, il 28 ottobre 1853. L'armata turca, al comando di Omar Pascià, si trincerò quindi lungo il corso del fiume e attese la reazione del comandante russo Michail Dmitrievič Gorčakov, che il 4 novembre, con 9.000 so...

    I turchi, prima ancora della dichiarazione di guerra alla Russia, effettuarono incursioni attraverso il confine orientale della Georgia e dell'Armenia. Nell'agosto 1853 subirono però una sconfitta presso il forte di Bayazid e i russi avanzarono in Anatolia, su Kars. Solo l'offensiva dei ribelli mussulmani dell'Imam Shamil dal Caucaso in direzione d...

    L'11 marzo 1854, ancora prima dell'inizio delle ostilità, una squadra navale britannica salpò per il Mar Baltico al comando dell'ammiraglio Charles John Napier. Poiché la maggior parte delle navi era schierata in Mediterraneo, la squadra del Baltico era composta inizialmente da sole 15 unità e aveva come meta il Golfo di Finlandia (che con la Finla...

    La decisione di attaccare Sebastopoli fu presa quasi interamente dal ministro della Guerra britannico Newcastle. Costui, il 28 giugno 1854 inviò al comandante del corpo di spedizione inglese, Raglan, una lettera privata nella quale scriveva che il governo presieduto da Aberdeen era dell'opinione che appena i francesi fossero stati pronti si poteva ...

    In Europa centrale, intanto, il ministro degli Esteri austriaco Buol, dopo aver firmato un accordo di alleanza con la Prussia (20 aprile 1854), determinò la sensazione che un ingresso dell'Austria in guerra al fianco di Francia e Gran Bretagna fosse imminente. Buol prese contatti con il ministro degli Esteri francese Édouard Drouyn de Lhuys, conser...

    Il progetto di un coinvolgimento piemontese era stato sottoposto dagli inglesi al presidente del Consiglio del Regno di Sardegna, Cavour, già il 14 aprile 1854. Il Piemonte aveva risposto che se l'Austria avesse dichiarato guerra alla Russia, le avrebbe dato la sicurezza di non agire nei suoi confronti inviando 15.000 uomini (un terzo dell'esercito...

    Napoleone III insisteva che l'onore imperiale non sarebbe stato soddisfatto senza la conquista di Sebastopoli, principale base navale russa del Mar Nero, e per questo la Francia mirò ad evitare le trattative di Vienna alle quali era stata invitata a partecipare con la Gran Bretagna. Il contingente francese, al comando di Canrobert, si era intanto r...

    La caduta di Sebastopoli permise alle forze turche di soccorrere i contingenti assediati in Anatolia orientale da tutta l'estate, a Kars e Erzerum. Il comandante delle forze a Kars, il britannico William Fenwick Williams (1800-1883) si trovava ora di fronte alle forze russe del generale Nikolaj Nikolaevič Murav'ëv-Karsskij (1794-1866). Le difese di...

    Le operazioni nel Mar Baltico ripresero nella primavera del 1855. L'ammiraglio inglese Charles John Napier era stato rimpiazzato da James Whitley Deans Dundas che comandava una squadra salpata dall'Inghilterra a marzo per bloccare i porti russi nel golfo di Finlandia e composta da una ottantina di navi. A queste unità i francesi aggiunsero altre 16...

    • Vittoria della coalizione e sconfitta della Russia.
    • 4 ottobre 1853 – 1º febbraio 1856
    • IL Commercio Dell'oppio E Gli Interessi Commerciali Britannici
    • La Prima Guerra
    • Seconda Guerra
    • Sviluppi successivi
    • Voci Correlate
    • Collegamenti Esterni

    Con la colonizzazione portoghese di Goa in India e di Macao in Cina nel XVI secolo ebbero avvio i primi traffici commerciali marittimi tra Europa e Cina, al di fuori dell'antica via della seta. Il mercato cinese era largamente autosufficiente e le importazioni dall'Europa erano molto inferiori rispetto alle esportazioni. Nei secoli successivi, si v...

    L'imperatore Daoguang, salito al trono nel 1820, emanò nuove e più rigide leggi, senza ottenere risultati apprezzabili. Determinato a debellare il traffico, nel marzo del 1839 inviò in qualità di commissario imperiale il mandarino Lin Zexu a Canton, dove era concentrata la maggior quantità di oppio che entrava nel Paese. Lin ne fece subito distrugg...

    Dopo lo scoppio della guerra civile nota come rivolta dei Taiping, i ribelli istituirono un regno con capitale a Nanchino. Nel frattempo a Canton fu inviato il nuovo commissario imperiale Yeh Ming-ch'en, che detestava i mercanti stranieri e si impegnò per stroncarne il traffico di oppio. Nell'ottobre 1856 fece requisire la nave britannica Arrow e a...

    Nel 1890 l'importazione cinese di oppio dall'India britannica cessò del tutto, grazie allo sviluppo della produzione interna nella regione dello Yunnan.

    oppio, guerre dell', in Dizionario di storia, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2010.
    òppio, guèrre dell'-, su sapere.it, De Agostini.
    (EN) Opium Wars, su Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc.
  4. È un numero palindromo e un numero ondulante nel sistema posizionale a base 13 (ACA). È esprimibile in un solo modo come somma di due quadrati: 1856 = 1600 + 256 = 40 2 + 16 2. È un numero semiperfetto in quanto pari alla somma di alcuni (o tutti) i suoi divisori. È un numero pratico. È un numero di Ulam. È un numero congruente.

  5. The Treaty of Paris was signed on 30 March 1856 at the Congress of Paris with Russia on one side of the negotiating table and France, Britain, the Ottoman Empire and the Kingdom of Sardinia on the other side. The treaty came about to resolve the Crimean War, which had begun on 23 October 1853, when the Ottoman Empire formally declared war on Russia ...