Yahoo Italia Ricerca nel Web

  1. Circa 972.000 risultati di ricerca

  1. Duca di Calabria era il tradizionale titolo dell'erede al trono del Regno di Napoli dopo l'ascesa di Roberto I di Napoli. Oggi è esclusivo appannaggio del Capo della Real Casa di Borbone Due Sicilie. Fu inoltre adottato dai capi di alcune casate che un tempo rivendicarono il Regno di Napoli in sostituzione del titolo reale. Precedente al titolo ducale, istituito nella casata angioina, esisteva già in epoca normanna il titolo di Duca di Puglia e Calabria di cui fu investito per ...

  2. Il Ducato di Calabria (successivamente Thema di Calabria) fu un possedimento romeo in Italia, che comprendeva inizialmente il Salento e la Calabria, e successivamente solo la parte meridionale di quest'ultima. Indice 1 Premesse e nascita del ducato 2 Il ducato bizantino 3 La lunga contesa tra arabi e bizantini 4 Il thema

    • Generalità
    • Storia
    • Bibliografia
    • Voci Correlate

    Il feudo sorse dall'unione di due precedenti entità: il ducato di Puglia, creato nel 1015-1016 dall'imperatore Enrico II il Santo con la nomina a duca del nobile Melo da Bari (il quale fu il primo e unico duca di Puglia fino alla sua morte avvenuta nel 1020), e il più antico ducato di Calabria, esistente fin dal VI secolo. Fin dal 1043 il principe ...

    Nel 1043 gli Altavilla, conti di Puglia e di Calabria, dopo essersi dichiarati indipendenti dall'impero bizantino, riconobbero la loro sottomissione al principe di Salerno Guaimario IV, il quale fu così proclamato duca. Questi nel 1044 creó un forte a Squillace per dominare il territorio dell'Aspromonte popolata da grecofoni; inoltre, grazie ai rap...

    John Julius Norwich, I normanni nel Sud : 1016-1130, traduzione di Elena Lante Rospigliosi, Sellerio, 2021, ISBN 88-389-4270-6, OCLC 1334549679.
    Mario D’Onofrio (a cura di), I Normanni. Popolo d'Europa 1030-1200. Roma, 28 gennaio - 30 aprile 1994, Venezia, Marsilio, 1994, ISBN 88-317-5855-1.
    Tommaso Indelli, Il tramonto della Langobardia minor. Longobardi, Saraceni e Normanni nel Mezzogiorno (X-XI sec.), Angri (SA), Editrice Gaia, 2015.
    • Conti Di Puglia
    • Duchi Di Puglia E Calabria
    • Duchi Delle Puglie
    • Voci Correlate

    In seguito al Concordato di Melfi, il 23 agosto 1059 papa Niccolò II nominò Roberto Duca di Puglia, Calabria e Sicilia, riconoscendogli preventivamente anche la futura conquista della Sicilia.

    Durante il periodo 1047-1059 la contea è sottoposta a vassallaggio diretto da parte dell'imperatore. Ruggero III venne opposto da Rainulfo di Alife, investito del ducato dapprima congiuntamente dal papa Innocenzo II e dall'imperatore Lotario II, poi (per garantire oltre ogni ragionevole dubbio il rispetto della formalità e della legittimità giuridi...

    Duchi delle Puglie, seconda creazione: 1. Emanuele Filiberto di Savoia-Aosta, I duca delle Puglie, dal 1873 al 1890 2. Amedeo di Savoia-Aosta (1898-1942), II duca delle Puglie, dal 1898 al 1931 3. Amedeo di Savoia-Aosta (1943), III duca delle Puglie, dal 1943 al 1948 4. Aimone di Savoia-Aosta (1967), IV duca delle Puglie, dal 1967 al 2006 (contesta...

  3. Duca di Calabria era il tradizionale titolo dell'erede al trono del Regno di Napoli dopo l'ascesa di Roberto I di Napoli. Oggi è esclusivo appannaggio del Capo della Real Casa di Borbone Due Sicilie. Fu inoltre adottato dai capi di alcune casate che un tempo rivendicarono il Regno di Napoli in sostituzione del titolo reale.

  4. Carlo d'Angiò (duca di Calabria) Sepolcro del Duca di Calabria nella basilica di Santa Chiara a Napoli Carlo d'Angiò ( Napoli, 1298 – Napoli, 9 novembre 1328) fu duca di Calabria, Vicario generale e principe ereditario del Regno di Napoli . Indice 1 Biografia 2 Discendenza 3 Ascendenza 4 Note 5 Bibliografia 6 Voci correlate 7 Altri progetti

  5. Ferdinando d'Aragona fu duca di Calabria ed erede al trono di Napoli; in seguito venne nominato viceré di Valencia. Era il figlio maggiore del re Federico I di Napoli e di Isabella del Balzo . Giocò un ruolo significativo nella politica mediterranea della Corona d'Aragona agli inizi del XVI secolo .