Yahoo Italia Ricerca nel Web

  1. Circa 269.000 risultati di ricerca

  1. Agostino Depretis o De Pretis (Mezzana Corti Bottarone, 31 gennaio 1813 – Stradella, 29 luglio 1887) è stato un politico italiano. Fu ministro dei Lavori pubblici nel 1862, ministro della Marina (1866-1867), ministro delle finanze (1867) e otto volte presidente del Consiglio del Regno d'Italia dal 1876 al 1887 , anno della sua morte.

  2. DEPRETIS, Agostino Enciclopedia Italiana (1931) Costanzo MARALDI Uomo di stato e patriota, nato il 13 gennaio 1813 a Mezzana Corti-Bottarone (Pavia) da un'agiata famiglia di agricoltori, morto a Stradella il 29 luglio 1887.

  3. DEPRETIS, Agostino Raffaele Romanelli Nacque a Cascina Bella, frazione del comune di Mezzana Bottarone (oggi Brèssana Bottarone), il 31 genn. 1813, unico figlio maschio di Francesco e di Maria Antonia Tronconi. Il comune di Mezzana era situato nell'Oltrepò pavese, dunque in territorio lombardo ma appartenente al Regno sardo.

  4. DEPRETIS, Agostino Uomo di stato e patriota, nato il 13 gennaio 1813 a Mezzana Corti-Bottarone (Pavia) da un'agiata famiglia di agricoltori, morto a Stradella il 29 luglio 1887. Studente in legge all'università di Pavia, verso il 1834 si trovò coinvolto in una cospirazione studentesca di carattere mazziniano.

  5. Agostino Depretis, avvocato e statista, nasce nell'Oltrepò pavese, a Mezzana Corti il 31 gennaio 1813. Convinto seguace di Giuseppe Mazzini, nel 1848 viene eletto deputato divenendo il maggior esponente della sinistra parlamentare ed avversando la politica di Cavour. Contrasta con fermezza l'intervento militare in Crimea.

  6. Depretis (o De Pretis), Agostino Politico (Mezzana Corti, Pavia, 1813-Stradella 1887). Figlio di agiati proprietari terrieri, laureato in legge all’univ. di Pavia, simpatizzò fin dalla prima giovinezza con le idee mazziniane.

  7. Agostino Depretis nasce in una famiglia della piccola borghesia dell’Oltrepò pavese il 31 gennaio 1813. La zona, pur culturalmente e storicamente lombarda, è assegnata dopo la Restaurazione al Regno di Sardegna : ciononostante, per ragioni geografiche, l’Impero austriaco consente ai giovani che ne sono originari di recarsi a studiare a Pavia , sede di uno dei più prestigiosi atenei d’Italia.