Yahoo Italia Ricerca nel Web

Risultati di ricerca

  1. Lady Sophie Amalie Marianne von Wallmoden, I contessa di Yarmouth ( 1º aprile 1704 – 19 ottobre 1765 ), è stata una nobildonna tedesca, nota per essere stata l'amante di Giorgio II . Indice. 1 Biografia. 2 Matrimonio. 3 Amante reale. 4 Morte. 5 Altri progetti. Biografia.

  2. Amalie von Wallmoden, Countess of Yarmouth. Countess Amalie Sophie Marianne von Wallmoden-Gimborn, Countess of Yarmouth, born Amalie von Wendt (1 April 1704 – 19 or 20 October 1765) was the principal mistress of King George II from the mid-1730s until his death in 1760.

    • 1 April 1704, Hanover
    • 19 or 20 October 1765 (aged 61), Hanover
  3. Lady Sophie Amalie Marianne von Wallmoden, I contessa di Yarmouth (1º aprile 1704 – 19 ottobre 1765), è stata una nobildonna tedesca, nota per essere stata l'amante di Giorgio II. Ritratto di Amalie von Wallmoden, di James Bowles , 1750.

  4. German noblewoman and mistress of George II. Name variations: Sophia von Walmoden, Countess of Yarmouth; Amalie Sophie Marianne Wallmoden von Wendt. Born Amalie Sophie Marianne Wallmoden von Wendt in 1704 in Germany; died Oct 20, 1765 in Hanover, Germany; dau. of Johann Franz Dietrich von Wendt and Friederike Charlotte von dem Bussche-Ippenburg;

    • Origini
    • Ritorno Nei Possedimenti Paterni Dell'hannover
    • Alla Guida Dell'esercito Di Hannover
    • Esito
    • Bibliografia

    Figlio illegittimo del re d'inghilterra

    Figlio naturale di Giorgio II, sovrano del Regno Unito e della sua amante, contessa Amalie von Wallmoden (1704−1765), più tardi gratificata del titolo di Contessa di Yarmouth. Il marito di lei, conte Adam Gottlieb von Wallmoden (1704−1752), venne tacitato con il pagamento di 1'000 ducati e garantì il proprio riconoscimento ufficiale al neonato nato dalla relazione extraconiugale del sovrano. Quattro anni più tardi, nel 1740, il matrimonio venne, comunque, interrotto. Con la morte, il 20 novem...

    Educazione

    Il giovane Giovanni Ludovico crebbe, quindi, presso la corte di San Giacomo, nell'omonimo palazzo ed in quello di Kensington. Quale figlio naturale del sovrano in carica, ebbe accesso ad una istruzione completa e ebbe l'opportunità di compiere, secondo l'uso dell'epoca, il suo Grand Tour sino in Italia. Qui cominciò la sua carriera di collezionista, acquistando un gran numero di statue in marmo, busti e rilievi.

    Un "esilio" dorato

    Rientrato dall'Italia, egli venne destinato a trasferirsi nel Principato di Hannover: alla corte di San Giacomo si dovette aver stabilito di farne una sorta di 'viceré' della casa di Hannover, fedele per sangue e per necessità. Ma abbastanza lontano da non provocare scandali e rivalità. Il Principato di Hannover, era, all'epoca, retto dallo stesso re d'Inghilterra Giorgio III, nipote del Wallmoden-Gimborn in quanto figlio del defunto Federico di Hannover, a sua volta fratellastro del Wallmode...

    Matrimoni con la nobiltà tedesca

    Qui sposò, in prime nozze, il 18 aprile 1766 in Hannover, Carlotta Cristiana Augusta Guglielmina von Wangenheim (1740−1783), dalla quale ebbe cinque figli: 1. Ernst Georg August (1767−1792) 2. Ludwig (1769−1862), che diverrà generale di cavalleria dell'Impero austriaco e si distinguerà nella guerra austro-napoletana del 1815 e nella Invasione della Toscana del 1849 (spesso ricordato nella memorialistica italianacome 'generale Walmoden', con una sola elle) 3. Giorgina Carlotta Augusta (1770−18...

    Cooptazione nell'ambito della nobiltà tedesca

    Tali incarichi non sopperirono, però, alle necessità di nobilitazione del figlio naturale di Giorgio II, che non potevano essere soddisfatte dall'Inghilterra, in quanto lì permaneva una tacita conventio ad excludendum, che non aveva permesso di gratificarlo con un titolo degno dei suoi natali. Per esempio, ancora nel 1851, a margine del racconto delle sue sfortunate gesta belliche, lo si indicava come nobile di Hannover, che taluni dicono strettamente, sebbene illegittimamente, legato per san...

    La campagna dei Paesi Bassi

    Tale cooptazione non fu certo di ostacolo alla sua ascesa a comandante dell'esercito del Principato di Hannover, uno stato i cui soldati erano ormai abituati a combattere al fianco delle truppe inglesi, come era avvenuto nel corso della intera guerra d'indipendenza americana. Nel biennio 1793-95 egli guidò le truppe del Principato di Hannover, mobilitate a sostegno di un corpo di spedizione britannico affidato al di lui nipote di sangue duca di York, nel corso della prima coalizione contro gl...

    La campagna di Hannover

    Divenuto comandante supremo dell'esercito del Principato di Hannover, egli propose una radicale riorganizzazione dell'armata e finanche di passare il comando al giovane duca di Cambridge figlio di Giorgio III, sul posto sin dal 1791. I nodi vennero al pettine a seguito degli eventi seguiti al Pace di Amiens del 25 marzo 1802, che aveva temporaneamente ristabilito la pace fra Gran Bretagna e Napoleone. Le speranze durarono lo spazio di soli 14 mesi e, già il 16 maggio 1803, una fregata britann...

    Alla sua morte, il 10 ottobre 1811, la collezione di sculture e libri antichi (quest'ultima forte di oltre 8'000 pezzi) del Wallmoden-Gimborn venne acquisita dal nipote di sangue Giorgio III del Regno Unito. La collezione, tuttavia, rimase nei possedimenti tedeschi della famiglia di Hannover. E, dal 1979, è esposta presso l'istituto di archeologia ...

    N. Ludlow Beamish, The End of the Electorate of Hannover and the Formation of the King's German Legion 1803, Londra, 1832 – 1837, .
    Charles MacFarlane, The Cabinet History of England, Civil, Military and Ecclesiastical, vol. 11, Londra, 1851, .
    Ralf Bormann, Wallmoden’s Collections at Hanover-Herrenhausen Depicted: Towards the Reconstruction of a Baroque aemulatio of the Uffizi, in: Andrea M. Gáldy, Sylvia Heudecker, Collecting Prints and...
    Ralf Bormann, Das verschleierte Bild. Zur Logik der Kopie in der Sammlung des Grafen Wallmoden (1736–1811), in: Antonia Putzger, Marion Heisterberg, Susanne Müller-Bechtel (Hg.), Nichts Neues Schaf...
  5. 16 set 2020 · Amalie von Wallmoden, Countess of Yarmouth was the mistress of King George II of Great Britain from 1735 until the King’s death in 1760. She was the last British royal mistress to be granted a peerage title. source: Wikipedia.

  6. WALLMODEN, AMALIE SOPHIE MARIANNE, Countess of Yarmouth (1704–1765), born on 1 April 1704, was daughter of Johann Franz Dietrich von Wendt, general in the Hanoverian service, by his wife Friderike Charlotte, born von dem Busche, widow of General Welk, also in the Hanoverian service.