Yahoo Italia Ricerca nel Web

Risultati di ricerca

  1. Augusto Federico di Hannover Augusto Federico, duca di Sussex, KG, KT, GCB, GCH, PRS, FRSA ( Buckingham Palace, 27 gennaio 1773 – Kensington Palace, 21 aprile 1843 ), fu il sesto figlio di re Giorgio III del Regno Unito e della regina consorte Carlotta, nata principessa di Meclemburgo-Strelitz.

  2. Il principe Federico Augusto di Hannover, Duca di York e di Albany, è stato un membro della famiglia reale inglese, secondo figlio del re Giorgio III e della regina Carlotta. Fu comandante in capo dell'esercito britannico e ne diresse le operazioni nelle fallimentari campagne nelle Fiandre del 1793-94, durante la guerra della prima ...

    • Frederick Augustus
    • titolo inesistente
  3. 26 gen 2024 · Augusto Federico, duca di Sussex, KG, KT, GCB, GCH, PRS, FRSA , fu il sesto figlio di re Giorgio III del Regno Unito e della regina consorte Carlotta, nata principessa di Meclemburgo-Strelitz. Fu l'unico tra i figli del sovrano a raggiungere la vita adulta senza perseguire la carriera militare o navale.

  4. Federico Luigi di Hannover ( Hannover, 1º febbraio 1707 – St. James's Palace, 31 marzo 1751) fu principe di Galles e duca di Gloucester, come rappresentante del casato di Hannover fu un membro della famiglia reale britannica, figlio maggiore di re Giorgio II di Gran Bretagna.

  5. Il principe Federico Augusto di Hannover, Duca di York e di Albany , è stato un membro della famiglia reale inglese, secondo figlio del re Giorgio III e della regina Carlotta.

  6. La linea di successione al trono di Hannover segue il principio di primogenitura, la legge salica e il principio di Ebenbürtigkeit (uguaglianza dei matrimoni). Il Regno di Hannover fu abolito nel 1866, per incorporazione nella Prussia, ed il Ducato di Brunswick nel 1918. La Casa di Hannover perse anche il Ducato di Cumberland nel 1919.

  7. Augusto Federico di Hannover (1773 – 1843), nobile britannico. [Su Barnaba Oriani] Nel complesso, considerando l'unione della pratica con la scienza teorica, saremmo giustificati nel dichiarare che sia stato, dopo Bessel, l'astronomo più abile dell'epoca attuale.