Yahoo Italia Ricerca nel Web

  1. Circa 24 risultati di ricerca

  1. Cristina di Spagna (Madrid, 13 giugno 1965) nome completo Doña Cristina Federica Victoria Antonia de la Santísima Trinidad de Borbón y Grecia, è la secondogenita del re di Spagna Juan Carlos e della regina Sofia; occupa il sesto posto nella linea di successione al trono, dopo le figlie del fratello Filippo VI di Spagna, sua sorella Elena, Duchessa di Lugo e i figli di lei.

  2. Augusto III di Polonia, o di Sassonia, noto come "il Sassone", o "il Corpulento" (in polacco: August III Sas, August III Gruby; Dresda, 17 ottobre 1696 – Dresda, 5 ottobre 1763), fu elettore di Sassonia, re di Polonia e granduca di Lituania.

  3. Marie José Carlotta Sofia Amelia Enrichetta Gabriella di Sassonia Coburgo-Gotha, più nota come Maria José del Belgio (Ostenda, 4 agosto 1906 – Thônex, 27 gennaio 2001), moglie di Umberto II di Savoia, fu l'ultima regina consorte d'Italia prima della proclamazione della repubblica.

  4. Luisa Antonietta Maria Teresa Giuseppa Giovanna Leopoldina Carolina Ferdinanda Alice Ernestina d'Asburgo-Lorena (Salisburgo, 2 dicembre 1870 – Ixelles, 23 marzo 1947) è stata principessa di Toscana, Boemia e Ungheria, arciduchessa d'Austria per nascita e principessa ereditaria di Sassonia per matrimonio.

  5. Maria Giuseppina di Sassonia. Il 10 gennaio 1747, Luigi sposò per procura a Dresda la principessa Maria Giuseppina di Sassonia, figlia minore quindicenne di Federico Augusto II, principe elettore di Sassonia e re di Polonia, e di sua moglie, l'arciduchessa Maria Giuseppa d'Austria.

  6. Secondo la lista ufficiale, fino ad oggi sulla Norvegia avrebbero regnato 64 monarchi.La numerazione che segue non fa però riferimento a tale lista: vengono infatti enumerati i re di Danimarca Aroldo I e Sweyn I e il re bambino Guttorm Sigurdsson (rispettivamente come 5º, 7º e 29º sovrano), mentre sono esclusi dalla numerazione (ma non dalla lista) gli Jarl (conti) di Lade, Haakon ...

  7. Cristina di Lorena ritratta in abiti vedovili da Tiberio Titi, 1610 ca. Dopo la prematura scomparsa del marito nel 1609, tenne la reggenza in vece del giovane figlio Cosimo II de' Medici , destinato a succedere al padre con il raggiungimento dei 21 anni, del quale curò anche l'educazione, improntata con lungimiranza alle correnti scientifico-filosofiche più moderne.