Yahoo Italia Ricerca nel Web

  1. Circa 1.150.000 risultati di ricerca

  1. FERDINANDO II d'Aragona, re di Napoli, detto Ferrandino di Nino Cortese - Enciclopedia Italiana (1932) FERDINANDO II d'Aragona, re di Napoli, detto Ferrandino Primogenito di Alfonso duca di Calabria (poi re Alfonso II) e d'Ippolita Maria Sforza, nato in Napoli il 26 giugno 1467, morto ivi il 5 ottobre 1496.

  2. Ferdinando II di Trastàmara, detto Ferdinando il Cattolico , è stato re di Sicilia dal 1468 al 1516 come Ferdinando II; re consorte di Castiglia dal 1474 al 1504 come Ferdinando V; re d'Aragona, Valencia, Sardegna, Maiorca e titolare di Corsica, conte di Barcellona e delle contee catalane dal 1479 al 1516 come Ferdinando II; re di Napoli come …

  3. 21 dic 2022 · Ferdinando II (re d'Aragona) Indice re d'Aragona, V di Castiglia, III di Napoli, II di Sicilia, detto il Cattolico (Sos 1452-Madrigalejo 1516). Figlio di Giovanni II d'Aragona, fece leva sulle discordie interne del Regno di Castiglia per unificare la Spagna sposando (1469) l'erede della corona castigliana, Isabella.

  4. 2 gen 2021 · Ferdinando II d’Aragona, il re passionale Di Carmelo Cutolo - 2 Gennaio 2021 4282 Los Reyes Catòlicos Dopo la resa di Boabdil, sultano di Granada, nel 1492, Isabella di Castiglia e Ferdinando d’Aragona furono chiamati i Re Cattolici. Unendo i regni di Castiglia e di Aragona, gettarono le basi della moderna Spagna.

  5. Ferdinando II d'Aragona, detto Ferdinando il Cattolico (Sos, 10 marzo 1452; † Madrigalejo, 23 gennaio 1516), è stato un re spagnolo. Promosse una politica di espansione nel Mediterraneo e particolarmente in Italia e fu l'animatore delle coalizioni di Stati europei ( 1494 - 95 ) tese a impedire che la penisola gravitasse nell'orbita francese.

  6. Ferdinando II sposò nel 1469 l'infanta Isabella di Castiglia, creando i presupposti per la futura unione dei due regni. Tuttavia, all'epoca, sia la Castiglia che l'Aragona rimasero entità statuali autonome, ciascuno dotato di proprie istituzioni, parlamenti e leggi tradizionali.

  7. Ferdinando II d’Aragona, “il Cattolico”, ultimo re della dinastia dei Trastámara, non fa eccezione: l’aragonese, nel disperato tentativo di avere un erede dalla seconda moglie, Germana di Foix, abusò di un potente afrodisiaco chiamato cantaride che gli causò danni gravissimi alla circolazione sanguigna.