Yahoo Italia Ricerca nel Web

Risultati di ricerca

  1. 4 giorni fa · Carlo II d'Asburgo, nel fare testamento, adottò proprio l'unica soluzione rigettata unanimemente da tutti gli altri regnanti, ma vincolata al principio della rigida, formale e sostanziale separazione delle corone francese e spagnola: lasciare indivisa la propria eredità nelle mani di un solo sovrano, in questo influenzato dalla moglie Maria Anna del Palatinato-Neuburg e dai consigli degli ...

  2. 4 giorni fa · Carlo Sebastiano di Borbone (Carlos Sebastián de Borbón y Farnesio; Madrid, 20 gennaio 1716 – Madrid, 14 dicembre 1788) è stato duca di Parma e Piacenza con il nome di Carlo I dal 1731 al 1735, Re di Napoli senza utilizzare numerazioni dal 1734 al 1759, re di Sicilia con il nome di Carlo III dal 1735 al 1759, e dal 1759 fino alla morte re di Spagna con il nome di Carlo III.

    • in spagnolo: Carlos Sebastián de Borbón y Farnesio
    • Carlo IV
  3. 2 giorni fa · Firma. Carlo V d'Asburgo ( Gand, 24 febbraio 1500 – Cuacos de Yuste, 21 settembre 1558) è stato imperatore del Sacro Romano Impero Germanico e arciduca d'Austria dal 1519, re di Spagna ( Castiglia e Aragona) dal 1516 e principe sovrano dei Paesi Bassi come duca di Borgogna dal 1506 [6] . A capo della Casa d'Asburgo durante la prima metà del ...

  4. 4 giorni fa · Per ragioni dinastiche, Ferdinando I è anche, formalmente, erede al trono di Spagna ed in quella veste è chiamato a giurare fedeltà alla carta riportata in vigore da suo nipote Ferdinando VII. La firma da parte del re di Napoli mette in effervescenza il mondo liberale meridionale ed in particolare la Carboneria che, tuttavia, nel regno è divisa in due fazioni contrapposte .

  5. 4 giorni fa · «L’evolversi dei fatti videro protagonisti i discendenti di Ferdinando I, Francesco I, Ferdinando II e Francesco II, con il titolo di Re delle Due Sicilie, regno costituito nel 1816, che si concluse con le guerre garibaldine e cessò di esistere il 27 gennaio 1861 alla apertura del nuovo parlamento italiano dopo l’annessione plebiscitaria al Regno d’Italia».

  6. 3 giorni fa · Dal 26 ottobre 1860 al 20 marzo 1861, l’esercito di Vittorio Emanuele II di Savoia strinse d’assedio la Fortezza di Civitella del Tronto che continuò imperterrita a resistere con la sua guarnigione di circa 500 uomini (ridotti a 300 circa alla fine dell’assedio), anche dopo la caduta della fortezza di Gaeta, dove combatteva il Re Francesco II di Borbone Due Sicilie, il 13 febbraio 1861.

  7. 5 giorni fa · 1815 – Guerra austro-napoletana: due divisioni della Guardia dell’esercito napoletano occupano Firenze, costringendo il granduca di Toscana Ferdinando III d’Asburgo-Lorena a rifugiarsi a ...