Yahoo Italia Ricerca nel Web

  1. Circa 44 risultati di ricerca

  1. Giorgio V, re del Regno Unito e imperatore d'India; Onorificenze I nove sovrani a Windsor al funerale di Re Edoardo VII , fotografati il 20 maggio ...

  2. Giorgio VI del Regno Unito (nato Albert Frederick Arthur George; Sandringham, 14 dicembre 1895 – Sandringham, 6 febbraio 1952) è stato re del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord e degli altri reami del Commonwealth dall'11 dicembre 1936 fino al 6 febbraio 1952, giorno della sua morte.

  3. Giorgio IV di Hannover (Giorgio Augusto Federico) (Londra, 12 agosto 1762 – Windsor, 26 giugno 1830) è stato re del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda e re di Hannover dal 29 gennaio 1820. Figlio primogenito di Giorgio III e di Carlotta di Meclemburgo-Strelitz , aveva precedentemente esercitato le funzioni di principe reggente a causa dell'infermità mentale del padre.

  4. Giorgio III (Giorgio Guglielmo Federico di Hannover; Londra, 4 giugno 1738 – Windsor, 29 gennaio 1820) è stato re di Gran Bretagna e d'Irlanda dal 25 ottobre 1760 al 1º gennaio 1801 e, da quella data, sovrano del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda; fu anche duca di Brunswick-Lüneburg, principe elettore di Hannover, che divenne un regno il 12 ottobre 1814, e re di Corsica dal 17 giugno ...

  5. Giorgio V: Organi deliberativi: House of Lords House of Commons: Nascita: 1º gennaio 1801 con Giorgio III: Causa: Atto di Unione: Fine: 6 dicembre 1922 con Giorgio V: Causa: Trattato anglo-irlandese. Ufficialmente, il Regno Unito cambierà la sua denominazione solo nel 1927, diventando il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord ...

  6. Elisabetta II discendeva dal casato tedesco di Hannover che ereditò la corona del Regno Unito nel 1714, e che a seguito del matrimonio della regina Vittoria con il principe Alberto divenne Sassonia-Coburgo-Gotha, per essere poi rinominato Windsor da re Giorgio V durante la prima guerra mondiale.

  7. Giorgio IV trascorse gli ultimi anni di regno in reclusione al Castello di Windsor, ma continuò ad interessarsi degli affari della politica del suo paese. In un primo momento si era creduto che egli fosse intenzionato a supportare l'emancipazione dei cattolici in Irlanda (intenzione già data ad intendere dal 1797), ma le sue vedute anti-cattoliche divennero chiare nel 1813 .