Yahoo Italia Ricerca nel Web

  1. Circa 290.000 risultati di ricerca

  1. Roberto Farinacci ( Isernia, 16 ottobre 1892 – Vimercate, 28 aprile 1945) è stato un politico, giornalista e generale italiano. È stato segretario del Partito Nazionale Fascista . Indice 1 Biografia 1.1 La giovinezza socialista e l'interventismo 1.2 L'adesione ai Fasci 1.3 La breve stagione parlamentare 1.4 Il Ras di Cremona

  2. FARINACCI, Roberto Giuseppe Sircana Nacque il 16 ott. 1892 a Isernia da Michele e da Amelia Scognamiglio. Rimase nella città molisana fino all'età di otto anni, poi al seguito del padre, commissario di polizia, la sua famiglia dovette trasferirsi prima a Tortona (Alessandria) e quindi a Cremona.

  3. Farinacci, Roberto. Giornalista e gerarca fascista (Isernia 1892 - Vimercate 1945). Interventista nel 1914 e fondatore del fascio di combattimento di Cremona (1919), fu tra i più violenti dirigenti dello squadrismo.

  4. Giornalista, avvocato, deputato, uno degli uomini più rappresentativi del fascismo, nato a Isernia il 16 ottobre 1892. Militò nelle file socialiste, seguendo la tendenza bissolatiana. Scoppiata la guerra, si schierò fra gl'interventisti della Squilla (settimanale apparso nel novembre 1914), e sostenne forti polemiche con i socialisti.

  5. Farinacci, Roberto Giornalista e politico (Isernia 1892-Vimercate, Milano, 1945). Figlio di un commissario di polizia, si era trasferito a Cremona a seguito degli spostamenti del padre. In gioventù fu un seguace di L. Bissolati e un organizzatore di contadini.

  6. Roberto Farinacci (Italian pronunciation: [roˈbɛrto fariˈnattʃi]; 16 October 1892 – 28 April 1945) was a leading Italian Fascist politician and important member of the National Fascist Party before and during World War II as well as one of its ardent antisemitic proponents.

  7. Roberto Farinacci nasce ad Isernia (CB) il 16 ottobre 1892. Nel 1900 segue il padre, Commissario di Polizia, a Tortona (AL) e a Cremona, dove nel 1909 alla continuazione degli studi preferisce il lavoro di Applicato ferroviario ai telegrafi e dopo 12 anni diviene Capo Stazione di Villetta di Malagnino (CR).