Yahoo Italia Ricerca nel Web

Risultati di ricerca

  1. L'Associazione Sportiva Roma (AFI: /assoʧaˈʦjone sporˈtiva ˈroma/), meglio nota come AS Roma o più semplicemente Roma, è una società calcistica italiana con sede nella città di Roma. Milita in Serie A, la massima divisione del campionato italiano.

    • Tammy Abraham

      Kevin Oghenetega Tamaraebi Bakumo-Abraham, meglio noto come...

    • Italiano

      Paredes in allenamento alla Roma nel 2014. Il 29 gennaio...

    • Allenatori E Presidenti

      Nils Liedholm Luciano Spalletti. Lo svedese Nils Liedholm...

    • Cronistoria

      7 giugno 1927 - Alba Audace, Fortitudo Pro Roma e Roman si...

    • Sardar Azmoun

      Azmoun con il Rostov nel 2016. Comincia la carriera...

    • Houssem Aouar

      Azione di gioco tra Lione e Rangers, 2021; Aouar è il...

    • Sanches

      Sanches al Benfica nel 2016. Sanches entrò nel 2005 nelle...

    • Josè Mourinho

      José Mário dos Santos Mourinho Félix, noto semplicemente...

  2. en.wikipedia.org › wiki › AS_RomaAS Roma - Wikipedia

    Associazione Sportiva Roma (Rome Sport Association; Italian pronunciation: ) is a professional football club based in Rome, Italy. Founded by a merger in 1927, Roma has participated in the top tier of Italian football for all of its existence, except for the 1951–52 season.

    • Dan Friedkin
    • Lina Souloukou
    • Lina Souloukou
    • Ryan Friedkin
  3. La stagione 2020-2021 è la 88ª in Serie A della Roma e la 92ª nel torneo di massima serie italiano. In virtù del quinto posto ottenuto nella precedente annata di Serie A, inoltre, i giallorossi possono prendere parte alla fase a gironi di Europa League .

    • La Nascita Dell'as Roma
    • Anni 1930 E 1940
    • Anni 1950 E 1960
    • Anni 1970 E 1980
    • Anni 1990 E 2000
    • Anni 2010 E 2020
    • Bibliografia
    • Videografia

    Le origini

    Il 2 agosto 1926 la Carta di Viareggio ammise in Divisione Nazionale, la nuova denominazione assunta dalla massima serie (all'epoca divisa in due gironi), due squadre romane, Alba Roma e Fortitudo Pro Roma, classificate prima e seconda nel Campionato laziale, mentre la Prima Divisione, a cui accedettero Roman e Lazio, venne declassata a serie cadetta. Alba e Fortitudo furono perciò destinate a disputare un campionato durissimo: è verosimilmente per questo motivo che si tentò subito di potenzi...

    La fusione

    La squadra capitolina fu istituita grazie alla fusione di tre delle società calcistiche della Capitale: Alba, Fortitudo e Roman. Tale decisione venne presa per volere dell'allora segretario della federazione romana del Partito Nazionale Fascista, Italo Foschi (all'epoca anche membro del CONI e presidente della Fortitudo Pro Roma), con l'appoggio dell'onorevole Ulisse Igliori, membro del Consiglio nazionale del PNF e presidente dell'Alba Audace, e di Umberto Guglielmotti, massimo dirigente del...

    I primi campionati

    Nel primo anno di esistenza, la Roma giocò provvisoriamente al Motovelodromo Appio, mentre nel secondo anno optò per il più capiente stadio Nazionale del Partito Nazionale Fascista, in attesa della costruzione del nuovo stadio dove si trasferì nel 1929: il Campo Testaccio. Per la costituzione della nuova rosa furono ingaggiati i migliori calciatori delle tre precedenti formazioni; la Fortitudo fu la squadra che fornì la maggioranza dei giocatori (tra cui il capitano Attilio Ferraris IV). Le a...

    Risultati altalenanti

    Nell'estate del 1933 la Roma, dopo aver venduto il cannoniere Volk, mise a segno tre colpi di mercato acquistando i cosiddetti "Tre moschettieri" argentini: l'attaccante Enrique Guaita, la mezz'ala Alejandro Scopelli e il centro-mediano Andrés Stagnaro. Nonostante l'apporto di grande peso che i tre argentini diedero alla squadra, il ripetersi di alcuni screzi con Fulvio Bernardini, bandiera giallorossa che ebbe lo stesso ruolo di Stagnaro, portarono la squadra ad ottenere dei risultati altale...

    Il primo scudetto e il declino

    Dopo un decennio di piazzamenti più o meno buoni, nella stagione 1941-1942 arrivò il primo trionfo importante: lo scudetto, conquistato il 14 giugno 1942 battendo per 2-0 il Modena nell'allora stadio del PNF. Durante la campagna acquisti estiva la dirigenza romanista non spese molto, comprando solamente la mezz'ala Renato Cappellini ed il centrocampista Edmondo Mornese. La squadra, guidata dall'allenatore austro-ungherese Alfréd Schaffer, ebbe una rosa molto limitata, e furono utilizzati per...

    Il declino postbellico

    La guerra pose fine anche al campionato nazionale, che venne sospeso per due anni: durante il periodo furono disputati a livello amatoriale solo dei campionati regionali o locali. La Magica del periodo aveva sulla panchina Guido Masettiche, dopo aver smesso di giocare l'anno successivo alla conquista del titolo, intraprese la carriera di allenatore. La maggior parte dei giocatori non romani tornarono nelle proprie città o nei propri Paesi (come nel caso dell'argentino Pantò); tra i giocatori...

    La retrocessione in Serie B e il ritorno in A

    Nell'annata 1950-1951, la squadra ingaggiò i tre giocatori svedesi Knut Nordahl (fratello del più famoso Gunnar), l'ala Sundquist e il mediano Andersson, oltre all'acquisto del terzino della nazionale Alberto Eliani, tutti lanciati durante il campionato del mondo 1950. Tuttavia la panchina capitolina subì diversi cambi di allenatore nel corso della stagione: il 17 dicembre, infatti, con la Roma ultima in classifica, l'allenatore Adolfo Baloncieri fu esonerato dopo quindici giornate ed al suo...

    Il rilancio

    Gli anni successivi alla promozione portarono a Roma grandi novità. La squadra nell'arco di due stagioni venne arricchita di nuovi acquisti: nella stagione 1952-1953 furono acquistati il nazionale Egisto Pandolfini e il danese Helge Bronée. La panchina venne affidata a Mario Varglien, che riuscì nelle prime giornate a creare un sistema di gioco che consentì alla squadra di fare un buon esordio, vanificato però nel corso del campionato da una serie di infortuni che condussero la Magica al sest...

    Dalla Coppa delle Fiere alla crisi finanziaria

    Dopo i tanti esoneri nella panchina giallorossa caratterizzanti le ultime stagioni degli anni 1950, la dirigenza, guidata da Anacleto Gianni (che aveva preso il posto di Renato Sacerdoti) decise di puntare sugli allenatori Alfredo Foni prima e Luis Carnigliapoi. Nel 1960-1961 la Lupa conquistò la Coppa delle Fiere: la Magica del capitano Giacomo Losi si aggiudicò il trofeo vincendo nella finale doppia contro il Birmingham City. Dopo la vittoria della Coppa delle Fiere, i Giallorossi sostituir...

    Dalla "Rometta" all'arrivo del "Barone"

    Agli inizi del decennio e i dissapori tra il presidente Alvaro Marchini ed Helenio Herrera si fecero sempre più intensi: la fuga di notizie di un suo possibile esonero provocò poi una reazione in Herrera, che provocatoriamente fece delle durissime dichiarazioni riguardanti l'incompetenza della società, aggiungendo dubbi personali riguardo alla validità dello scudetto romanista conquistato nel 1942, assegnato a parer suo per volere di Benito Mussoliniin persona. Le dure parole di Herrera causa...

    La fine dell'era Anzalone e l'arrivo di Dino Viola

    Il 1977 fu un anno travagliato che portò a molti cambiamenti: molti giocatori della vecchia guardia vennero ceduti, su tutti il capitano Franco Cordova che si accasò sulla sponda biancoceleste del Tevere, come molti anni prima fece Attilio Ferraris IV. La società seguì le direttive del presidente Anzalone che da sempre predicava di sposare la linea del ringiovanimento della rosa, mettendo così in luce i giovani talenti del vivaio. La stagione 1976-1977 fu costellata di luci e ombre e, al suo...

    Le vittorie dell'era Viola

    Nella stagione 1980-1981 venne ripristinata, dopo 14 anni, la possibilità di schierare calciatori stranieri nel campionato italiano. La Roma si mosse immediatamente, acquistando dall'Internacional il mediano e regista brasiliano Paulo Roberto Falcão: sconosciuto ai più, il giocatore s'inserì in poco tempo negli equilibri tattici della Lupa, divenendone uomo-chiave. La squadra disputò un campionato di vertice: a garantire ai Capitolini il ritmo della capolista Juventus furono in particolare le...

    Dalla presidenza Ciarrapico all'inizio dell'era Sensi

    Dino Viola morì dopo undici anni di presidenza, nel gennaio del 1991. La società fu destinata ad avviarsi verso un lungo periodo di caos, accentuato anche dal "Caso Lipopil" che coinvolse i giocatori Angelo Peruzzi e Andrea Carnevale, squalificati dalla Commissione di Appello Federale (CAF) per un anno, dopo che furono rilevate delle tracce di fentermina nelle loro urine. In campionato la squadra, sotto la guida di Ottavio Bianchi, si classificò solamente nona nonostante l'apporto del nuovo a...

    Da Carlos Bianchi all'arrivo di Capello

    L'insofferenza dei tifosi sui risultati altalenanti, e la mancanza di vittorie nelle competizioni disputate, spinsero il presidente a prendere la sofferta decisione di sostituire Mazzone. Al suo posto venne preso l'argentino Carlos Bianchi, che in precedenza aveva vinto la Coppa Intercontinentale col Vélez Sársfield. La stagione tuttavia, condizionata anche da acquisti fallimentari (solo Vincent Candela e Damiano Tommasi lasceranno il segno nella squadra capitolina), si rivelò disastrosa: la...

    Il terzo scudetto e le occasioni sfumate

    Lo scudetto vinto nel 2000 dalla rivale cittadina, la Lazio, generò in tutto l'ambiente giallorosso estrema voglia di riscatto e grosse aspettative per la stagione successiva. Il presidente Sensi, anche grazie alla ricapitalizzazione derivata dalla quotazione in borsa della società,fece propri questi sentimenti predisponendo una delle più dispendiose campagne acquisti nella storia della sua gestione. Il colpo dell'anno fu l'ingaggio di Gabriel Omar Batistuta, tra i migliori marcatori di sempr...

    La transizione e gli inizi della Roma americana

    La risoluzione dell'annosa controversia tra Italpetroli ed Unicredit fu affidata ad un arbitrato, durante il quale le parti prevennero ad un'intesa su un accordo riguardante la messa in vendita della Roma. La stagione 2010-2011 iniziò con la sconfitta in agosto della Roma nella finale di Supercoppa Italiana contro l'Inter . Inoltre vide l'alternarsi nella panchina di Vincenzo Montella a Ranieri a stagione in corso, in Serie A i Capitolini disputarono un campionato altalenante, che non impedì...

    Dall'arrivo di Garcia a The Friedkin Group

    La necessità di ridurre le spese di gestione, dovuta al reiterato fallimento degli obiettivi sportivi prefissi, rese obbligatorie le cessioni di Marquinhos, ceduto al Paris Saint-Germain per oltre 30 milioni di euro (e sostituito da Mehdi Benatia), Osvaldo e Lamela (furono acquistati Adem Ljajić e Gervinho); venne inserito in rosa anche il versatile centrocampista Alessandro Florenzi, cresciuto nelle giovanili. Si optò anche per un cambio di allenatore: fu ingaggiato l'ex Lilla Rudi Garcia, c...

    Massimo Izzi e Francesco Valitutti, Cronologia della grande Roma, Roma, Newton Compton, 2001, ISBN 88-8289-599-8.
    Marco Impiglia, Pionieri del calcio romano, La Campanella, 2003, ISBN 8888519076.

    Manuela Romano (a cura di), La storia della A.S. Roma(10 DVD-Video), Corriere dello Sport, Rai Trade, 2006.

  4. Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 2023-2024.

  5. Quella del 2021-2022 è l'89ª stagione in Serie A della Roma e la 93ª nel torneo di massima serie italiano. [1] A caratterizzare la transizione dalla precedente annata sono principalmente l'arrivo di José Mourinho sulla panchina dei capitolini [2] e il successivo addio del già ex capitano Edin Džeko . [3]

  6. Biglietti, squadre, calendari, shopping, foto, interviste esclusive: tutto quello che c'è da sapere sul mondo dei giallorossi.

  1. Le persone cercano anche