Yahoo Italia Ricerca nel Web

  1. Circa 95.500 risultati di ricerca

  1. 17 set 2013 · 3 ergastoli. 5 morti ammazzati. 27 feriti. 1 solo nome: Pietro Cavallero. Sono solo alcuni dei numeri che raccontano l’epopea criminale di Pietro Cavallero e della sua banda che razziò il Nord Italia dal 1963 al 1967. Pietro Cavallero, chiamato Piero da chi lo conosceva, era un comunista che sognava la rivoluzione violenta.

  2. La banda Cavallero era una banda criminale che operò tra Milano e la provincia di Torino in una serie di rapine compiute negli anni sessanta. Era composta da: Pietro Cavallero (capobanda, detto il Piero), torinese, del quartiere della Barriera di Milano figlio di un falegname, ex attivista comunista, senza lavoro fisso, carismatico e di media ...

  3. 28 gen 2023 · 28 gennaio 1997 – Muore il bandito Pietro Cavallero. Ha chiuso gli occhi come un uomo umile in mezzo agli umili, qualcuno l’ha definito il “buon ladrone di fine millennio” Eppure, negli anni sessanta, Pietro Cavallero e la sua banda seminarono morte e terrore tra Torino e Milano.

  4. 5 set 2022 · Pietro Cavallero era nato nel 1928 nel quartiere Barriera di Milano e, a tutta prima, sembrava interessato solo alla politica. Un estremista di sinistra, cresciuto con le teorie sullo...

  5. 30 mar 2021 · A 10 anni e vedendo il telegiornale conobbi l’esistenza di Pietro Cavallero. Si autodefiniva comunista. Guardai mio padre che non ebbe dubbi nel rispondermi: un poco di buono, ed abbiamo fatto bene buttarlo fuori dal Partito. Molto conosciuto in Barriera. Soprattutto tra piazza Crispi e le case Snia a ridosso della ferrovia.

  6. 10 gen 2021 · La banda Cavallero è stata una banda criminale formatasi a Torino, e comandata da Pietro Cavallero, che tra l’8 aprile del 1963 e il 25 settembre 1967, mise a segno ben 18 rapine in banca, a Torino, nella cintura torinese, e a Milano. Nel corso delle incursioni criminali, furono uccise sette persone; i feriti furono una trentina.

  7. 6 giu 2022 · Pietro Cavallero, detto “il Piero”, è nato nel 1928 a Torino, nel quartiere conosciuto come la Barriera di Milano. Ha conseguito il titolo di perito chimico e, fino ai primi anni sessanta, è uno degli attivisti di spicco della sezione giovanile del Partito comunista.