Yahoo Italia Ricerca nel Web

  1. Circa 6.290.000 risultati di ricerca

  1. it.wikipedia.org › wiki › RussiaRussia - Wikipedia

    La Russia (in russo: Росси́я?, traslitterato: Rossija, ascolta [?·info]), ufficialmente Federazione Russa (in russo: Росси́йская Федера́ция?, traslitterato: Rossijskaja Federacija, ascolta [?·info]), è uno Stato transcontinentale che si estende per un quarto in Europa e per tutto il resto in Asia. È il più vasto Stato del mondo, con una superficie di 17 864 345 km², e a fine 2022 conta circa 144,7 milioni di abitanti.

    • Mosca

      Mosca (AFI: /ˈmoska/; in russo: Москва́?, traslitterato:...

    • Mongolia

      Preistoria. Le prime tracce di insediamenti umani in...

    • Bielorussia

      Fra il 1700 e il 1721 la Bielorussia è il teatro del...

    • Norvegia

      Bokmål Nynorsk Neutrale La lingua ufficiale in Norvegia è il...

    • Unione Sovietica

      La Russia fu uno dei pochi Paesi europei a non aver vissuto,...

  2. en.wikipedia.org › wiki › RussiaRussia - Wikipedia

    It is the largest country in the world, with its internationally recognised territory covering 17,098,246 square kilometres (6,601,670 sq mi), and encompassing one-eighth of Earth's inhabitable landmass. Russia extends across eleven time zones and shares land boundaries with fourteen countries.

    • Dimensioni Territoriali
    • IL Territorio
    • Idrografia
    • Ecosistemi
    • Clima
    • Geografia Umana
    • Geografia Antropica
    • Bibliografia
    • Collegamenti Esterni

    Il territorio russo si estende in longitudine per più di 7.777,2 km (11 fusi orari), dalle coste del Mar Baltico (l'exclave di Kaliningrad) all'isola di Ratmanov, nello stretto di Bering, che guarda da non più di qualche chilometro di distanza l'isoletta alaskana di Piccola Diomede, estendendosi per un pezzo, in un giro quasi senza fine, anche nell...

    Il territorio russo è per l'assoluta maggioranza costituito da pianure e superfici poco rilevate (tabulari), partendo dall'estremo ovest per arrivare alla costa del Pacifico; le montagne occupano una piccola percentuale del territorio, per lo più in posizione periferica rispetto alla totalità di quest'ultimo. La massima elevazione è raggiunta dal m...

    Fiumi

    La Russia è una nazione ricca di acque, dal momento che sul suo territorio scorrono migliaia di fiumi. Le dimensioni di tali corsi d'acqua sono fuori dal comune, almeno secondo gli standard europei: fiumi considerati "minori" (come ad esempio la Dvina Settentrionale o la Pečora, tanto per elencarne due fra tanti) hanno comunque lunghezze che superano i 1.000 km, mentre i fiumi più grandi hanno dimensioni fra le maggiori del pianeta. La causa della grandezza di tali bacini idrologici è da rinv...

    Laghi

    Gran parte dei laghi interni della Russia sono da considerarsi un'eredità dell'intenso glacialismo che ha interessato il territorio. I maggiori laghi naturali, con superfici anche di migliaia di chilometri quadrati, sono individuati nella zona nordoccidentale, ai confini con Finlandia ed Estonia: 1. il lago Ladoga, che con 17.700 km², è il più grande d'Europa; 2. il lago Onega, 9.894 km², secondo in Europa; 3. il lago dei Ciudi (o lago Peipus, 3.555 km²) e il vicino lago di Pskov, spartiti co...

    La Russia, in virtù delle sue dimensioni di proporzioni continentali, contiene all'interno del territorio una grande varietà di ambienti; le variazioni regolari, in senso nord-sud e, in minor misura, est-ovest, di alcuni parametri come temperature e precipitazioni, fanno sì che vi sia un'accentuata zonalità degli ecosistemi, che si dispongono in gr...

    Nel territorio russo si osserva una discreta varietà di climi, data soprattutto dalla vastità geografica; caratteri comuni a praticamente tutto il territorio sono l'alternarsi di stagioni molto contrastanti dal punto di vista termico e la generale maggior concentrazione delle precipitazioni nella stagione calda. Quasi tutta la Russia è interessata,...

    Distribuzione della popolazione

    Come già accennato, la Russia è un paese sottopopolato, soprattutto nella sua parte orientale; inoltre, i movimenti naturali della popolazione fanno sì che la Russia manifesti da ormai una quindicina di anni un consistente decremento demografico. La tundra è caratterizzata da immensi spazi vuoti; gli insediamenti sono piccoli e assolutamente dispersi nello spazio, con l'eccezione delle poche città minerarie costruite dai russi. La popolazione autoctona delle zone dell'Artico russo ammonta, al...

    Urbanizzazione

    L'urbanizzazionenon ha radici antiche: la Russia è rimasta per secoli un enorme paese rurale. Anche nelle zone di più antico popolamento, come la Russia europea occidentale, le città si sono sviluppate in maniera consistente solo a partire dal secondo dopoguerra. Prima di questo periodo, i centri abitati erano per la schiacciante maggioranza dei villaggi agricoli, e i pochi centri con dignità urbana avevano funzioni commerciali per il circondario agricolo; all'inizio del Novecento solo Mosca...

    Suddivisioni amministrative

    Con pochi cambiamenti la struttura amministrativa della Russia di oggi riflette la divisione dell'era sovietica. Il territorio russo è attualmente diviso in 86 unità amministrative, a vari gradi di autonomia: 1. 46 oblast'(province / regioni); 2. 22 repubbliche autonome, a base etnica; 3. 9 kraj(territori); 4. 1 oblast' autonoma 5. 4 okrug(territori autonomi), estesi in zone periferiche e anecumeniche, anch'essi su base etnica; 6. 2 città federali(Mosca e San Pietroburgo). Tra il 2007 e il 20...

    A. Giordano. Pedologia. Edizioni UTET, Torino, 1999. ISBN 88-02-05393-6.
    Istituto Geografico De Agostini. Enciclopedia geografica, edizione speciale per il Corriere della Sera, vol. 6. RCS Quotidiani s.p.a., Milano, 2005. ISSN 1824-9280(WC· ACNP).
    Istituto Geografico De Agostini. Enciclopedia geografica, edizione speciale per il Corriere della Sera, vol. 7. RCS Quotidiani s.p.a., Milano, 2005. ISSN 1824-9280(WC· ACNP).
    Istituto Geografico De Agostini. Grande atlante geografico del mondo, edizione speciale per il Corriere della Sera. Milano, 1995
    • Preistoria
    • Antichità
    • Formazione Della Russia
    • IL Principato Di Moscovia
    • IL Periodo Dei Torbidi
    • La Russia Imperiale
    • La Rivoluzione Russa
    • L'Unione Sovietica
    • La Nascita Della "Federazione Russa"
    • Bibliografia

    Il primo insediamento umano sul territorio dell'attuale Russia risale al periodo olduvaiano nel primo paleolitico inferiore. Circa 2 milioni di anni fa, alcuni rappresentanti della specie Homo erectus migrarono dall'Asia occidentale al Caucaso settentrionale. Presso il sito archeologico di Bogatyri è stato rinvenuto uno strumento di pietra all'inte...

    A partire dalla seconda metà del VIII secolo a.C., i mercanti greci portarono la civiltà classica negli empori commerciali di Tana e Fanagoria. Erodoto descrisse Gelone, una delle città più importanti della Scizia, come un enorme centro abitato protetto da fortificazioni in terra e legno dove vivevano gli Heloni e i Budini. Tra il 63 e il 68 d.C. i...

    La Rus' di Kiev

    I primi nuclei della nazionalità russa si formano verso la fine del IX secolo intorno a Kiev, entro i confini di uno Stato che prese il nome di Rus' di Kiev, grazie all'opera di principi del popolo chiamato Rus (negli antichi dialetti scandinavi "rematori") di stirpe vichinga (noti anche come Variaghi) provenienti da Velikij Novgorod, sotto la guida di Rjurik I che, stando a quanto raccontato nella Cronaca degli anni passati, intorno all'860 venne eletto Gran principe di Velikij Novgorod; fu...

    L'invasione mongola

    Nel 1237 il Paese fu invaso dai mongoli guidati da Gengis Khan che fondarono il Khanato dell'Orda d'Oro localizzato tra il Don e il Volga. Negli anni intorno al 1240 compirono diverse scorrerie in tutto il territorio russo, seminando morte e distruzione; la distruzione di Rjazan' è del 1237, l'invasione del Principato di Vladimir-Suzdal' è dell'inverno 1237-1238 e infine la messa a sacco di Kiev, la città più importante della Rus' di Kiev, risale al 1240. I principati russi furono ridotti in...

    Nello stesso periodo si venne affermando la supremazia dei principi di Moscache ampliarono i territori sottoposti al loro dominio anche approfittando della loro posizione di esattori dei tributi che le diverse regioni russe dovevano versare all'Orda d'Oro. Nel 1328 il metropolita greco-ortodosso di Kiev abbandonò la sua sede, ormai decaduta, e si t...

    L'espressione "periodo dei torbidi" designa la crisi di successione che ha luogo dalla morte dell'ultimo rappresentante della dinastia Rurik (lo zar Fëdor I, figlio di Ivan IV), fino alla designazione di Michele di Russia, primo zar della dinastia Romanov (1613). Si tratta di un periodo di estrema instabilità, caratterizzato dall'ingerenza polacca ...

    Dopo gli anni di caos che caratterizzarono il cosiddetto periodo dei torbidi, il potere in Russia passò alla dinastia dei Romanov, fondata nel 1613 da Michele I, che dominò la Russia sino alla rivoluzione del 1917. Dopo la sconfitta della Polonia nella prima guerra del Nord (1654-1667), l'Impero russo si estese sino a comprendere l'Ucraina, dove gl...

    L'Impero russo di inizio XX secolo era una nazione fra le più arretrate d'Europa, nonostante le eccezionali dimensioni territoriali; i segnali di malcontento della popolazione verso un regime zarista retrogrado e chiuso a difesa del suo carattere autocratico (che aveva assunto fin dai tempi della Russia moscovita) si moltiplicarono a partire dai pr...

    La presa del potere e la dittatura di Stalin

    Dopo la fine della guerra civile russa e la morte di Lenin nel 1924 la direzione del nuovo Stato si consolidò nelle mani di Iosif Stalin, questi nell'arco di pochi anni trasformò il suo immenso potere in una vera e propria dittatura, con l'eliminazione sistematica di tutti gli oppositori politici. Il regime staliniano causò milioni di vittime, tra le quali oppositori politici, noti o sospettati, e militari che vengono giustiziati o esiliati in Siberia durante le cosiddette grandi purghe degli...

    Il secondo dopoguerra e la "Perestrojka"

    Gli anni successivi alla seconda guerra mondiale furono contraddistinti dalla cosiddetta guerra fredda, un lungo periodo di contrapposizione e scontro ideologico fra gli Stati Uniti e i loro alleati (la NATO) e il blocco comunista, unito sotto il patto di Varsavia. I due schieramenti ingaggiarono una dura lotta geopolitica iniziata con il cosiddetto Blocco di Berlino del 1948 (chiusura da parte dei sovietici delle vie di comunicazione alla ex capitale) e per il controllo politico ed economico...

    La nuova politica di Gorbačëv e la fine

    Sulla fine degli anni ottanta il capo sovietico Michail Gorbačëv, conscio delle gravi difficoltà dello Stato sovietico, iniziò un percorso di riforme, attraverso politiche di glasnost' ("trasparenza") e perestrojka ("Ricostruzione"), che non si dimostrarono tuttavia sufficienti per impedire il collasso dell'Unione Sovietica, avvenuto nel 1991 dopo il fallito putsch di agosto il cui capo principale fu Boris Nikolaevič El'cin.

    La Russia dichiarò la sua indipendenza il 24 agosto dello stesso anno come "Federazione Russa"; dopo la presa del potere di El'cin e un convulso periodo culminato con la crisi costituzionale russa del 1993, il nuovo stato ha cercato di mantenere la sua influenza globale promuovendo la fondazione della "Comunità degli Stati Indipendenti", ostacolata...

    Nicholas V. Riasanovsky. Storia della Russia. Dalle origini ai giorni nostri, RCS libri S.p.A., Milano, 2005. ISBN 88-452-4943-3.
    Richard Pipes. La Russia. Potere e società dal Medioevo alla dissoluzione dell'ancien régime, Leonardo editore, Milano, 1992. ISBN 88-355-0136-9.
    Roger Bartlett. Storia della Russia. Arnoldo Mondadori editore, Milano, 2007. ISBN 978-88-04-57121-6.
    Roj Medvedev. La Russia post-sovietica. Un viaggio nell'era Eltsin. Giulio Einaudi editore, Torino, 2002. ISBN 88-06-16078-8.
  3. Russia is also the world's eighth most populous nation with 140 million people as of 2022. Russia produces a lot of energy made from oil and natural gas. Russia extends from eastern Europe across the whole of northern Asia. Russia spans eleven time zones and has a wide range of environments and landforms.

  4. La Repubblica Russa ( in russo: Российская республика, traslitterato: Rossijskaja respublika?) fu una repubblica instaurata dopo la fine dell' Impero russo e soppressa con la Rivoluzione d'ottobre del 1917, in Russia . Indice 1 Storia 2 Politica 3 Organi principali dello Stato 4 Voci correlate Storia [ modifica | modifica wikitesto]

  1. Le persone cercano anche