Yahoo Italia Ricerca nel Web

Risultati di ricerca

  1. Ippolita Maria Sforza (Jesi, 18 aprile 1445 – Napoli, 19 agosto 1488) era figlia di Francesco I Sforza e di Bianca Maria Visconti; divenne Duchessa di Calabria per matrimonio, ma morì prima che suo marito Alfonso II d'Aragona diventasse re di Napoli (1494).

  2. Ippolita Maria Sforza (18 April 1445 – 20 August 1488) was an Italian noblewoman, a member of the Sforza family which ruled the Duchy of Milan from 1450 until 1535. She was the first wife of the Duke of Calabria, who later reigned as King Alfonso II of Naples .

  3. – Secondogenita di Francesco I Sforza e di Bianca Maria Visconti, nacque a Jesi il 18 marzo 1445. Quando nel 1450 il condottiero conquistò il Ducato di Milano, per Ippolita si profilò inevitabilmente un matrimonio dinastico, e già nel 1455, a dieci anni, fu promessa in sposa ad Alfonso II d’Aragona principe di Capua, nipote dell’omonimo re di Napoli. L’infanzia di ‘madonna ...

  4. Ippolita appartenne a una delle famiglie più importanti del Rinascimento italiano, gli Sforza. Figlia primogenita del duca di Milano Gian Galeazzo Maria Sforza ( 1469 - 1494 ), nacque nel 1493 dal matrimonio del duca con Isabella d'Aragona (1470-1514) [1] , figlia del re Alfonso II di Napoli .

  5. Questi accordi, frutto inizialmente di una trattativa segreta tra Milano e Venezia, furono suggellati dall’intesa matrimoniale che coinvolse Ippolita Maria Sforza ed Alfonso d’Aragona, nipote di Alfonso il Magnanimo – era infatti il primogenito di Ferrante, figlio naturale del sovrano – e terzo nella linea di successione.

  6. Sfòrza, Ippolita Maria nell'Enciclopedia Treccani - Treccani - Treccani. Figlia (n. 1445 - m. 1488) del duca Francesco I e di Bianca Maria Visconti. Alunna di Guiniforte Barzizza e di Costantino Lascaris, per motivi politici fu promessa (1455) e sposata (1465) ad Alfonso d'Aragona duca di Calabria (poi re Alfonso II).

  7. Figlia (n. 1481 - m. 1520 circa) di Carlo, figlio naturale di Galeazzo. Sposa di Alessandro Bentivoglio (1493), dopo che il suocero Giovanni ebbe perduto la signoria di Bologna (1506) si ritirò a Milano, ove raccolse nella sua casa uomini dotti, acquistò fama di poetessa e protesse il Bandello. Figlia (n. 1481 - m. 1520 circa) di Carlo ...