Yahoo Italia Ricerca nel Web

  1. Circa 241.000 risultati di ricerca

  1. l'eta' giolittiana: riassunto semplice Il governo di Giolitti lasciò comunque irrisolti alcuni gravi problemi che affliggevano l'Italia: analfabetismo, tubercolosi, malaria e miseria. Giolitti...

  2. 28 lug 2021 · L'età giolittiana: riassunto per tesina I caratteri generali dell'età giolittiana, il "doppio volto" di Giovanni Giolitti, i successi e le sconfitte della sua politica. Riassunto di storia...

  3. 2 feb 2016 · Giovanni Giolitti. Gli ultimi anni dell’Ottocento furono molto duri per l’Italia. Fu una periodo molto confusionario, specialmente durante gli ultimi anni del governo Crispi, dimessosi a seguito della disfatta di Adua nel 1896; il sostituto fu Antonio Di Rudinì, che si trovò a fronteggiare le grandi proteste infuriate nelle piazze italiane del nord.

  4. L'età giolittiana, cioè il periodo dominato politicamente dalla figura di Giovanni Giolitti, che iniziò col 1901 e finì col 1914. E' questo il periodo in cui nacquero le prime cospicue...

    • (10)
    • L’Età giolittiana
    • Le Riforme dell’età giolittiana
    • Lo Sviluppo Industriale Non è Uniforme
    • La Conquista Della Libia
    • La Fine dell’età giolittiana

    Giolitti salì al governo in un periodo in cui, dopo l’assassinio di re Umberto I(1900), la tensione sociale aveva raggiunto livelli elevatissimi. Per Giolitti lo Stato doveva essere neutrale nei conflitti del lavoro: lo sciopero era legale e non bisognava contrapporsi ai manifestanti; d’altra parte favorire troppo i ricchi imprenditori avrebbe crea...

    Giolitti promosse varie leggi sociali: regolò il lavoro notturno e festivo e l’orario di lavoro (massimo dieci ore al giorno); vietò il lavoro dei minori di dodici anni; aumentò i sussidi per malattia e invalidità; introdusse il congedo di maternità; istituì le Camere del Lavoro, che rappresentavano i lavoratori. Istituì il suffragio universale mas...

    Durante l’età giolittiana l’Italia si trasformò da Paese prevalentemente agricolo in Paese dotato di una solida base industriale. Notevole sviluppo ebbero le industrie tessili, metallurgiche e idroelettriche, mentre lo Stato assunse la gestione del servizio telefonico e delle ferrovie. Lo sviluppo economico riguardò però solo la parte settentrional...

    Le pressioni del movimento nazionalista e di alcuni ambienti economici, oltre alla necessità di trovare uno sbocco per il flusso degli emigranti italiani che lasciavano il Paese in cerca di un futuro, spinsero Giolitti a riprendere la politica di espansione colonialein Africa. Nel 1911, l’Italia dichiarò quindi guerra all’Impero ottomano e si gettò...

    Nel 1913 si tennero le prime elezioni politiche a suffragio universale maschile e, per l’occasione, anche i cattolici andarono a votare poiché il papa Pio X (10°) aveva sospeso il divieto (il Non expedit) emesso nel 1874 da papa Pio IX (9°) in seguito alla presa di Roma. Dato che nel Partito socialista aveva preso il soppravvento l’ala massimalista...